di giugno 2010
Don Ugo Montagner al Costone

UNA “MISSION” TUTTA SENESE
PADRE UGO MONTAGNER TORNA A SIENA, MA SOLO PER POCHI GIORNI. UNA NUOVA MISSIONE LO ATTENDE NEL NORD EST DEL BRASILE.
CON IL CONTRIBUTO DELLA FONDAZIONE MPS E’ STATO POSSIBILE ULTIMARE I LAVORI NELLA STRUTTURA SCOLASTICA ED OSPEDALIERA DA LUI FORTEMENTE VOLUTA

Padre Ugo Montagner, il sacerdote della nostra Diocesi, che da 32 anni presta la propria opera missionaria nel nord est del Brasile, nello stato del Maranahao, è tornato in Italia per una breve visita. E’ già stato a Siena nei giorni scorsi, per poi tornare nella sua città di origine, San Donà di Piave, dove vivono i suoi familiari. Ma da lunedì padre Ugo è nuovamente nella nostra Città per contattare famiglie ed amici che durante tutti questi anni non si sono dimenticati di lui, contribuendo in maniera fattiva alla realizzazione dei vari progetti portati avanti anche se tra mille difficoltà. Ci riferiamo alla costruzione di un asilo, di un piccolo ospedale, di una nuova chiesa e di una scuola. Per realizzare tutto questo è risultato di fondamentale importanza il contributo concesso dalla Fondazione Monte dei Paschi, tramite il concorso della Caritas Diocesana di Siena. In particolare, grazie al contributo elargito, si sono potuti ultimare i lavori di muratura, come intonaci e pavimentazione, l’imbiancatura ecc. Per quanto riguarda l’arredamento dell’asilo, è stato possibile acquistare mobili per la cucina, per il refettorio, per l’infermeria. Sono stati anche ultimati i lavori per l’illuminazione interna ed esterna ed è stata effettuata una recinzione a protezione dei locali. Adesso però le cose sono un po’ cambiate, in quanto padre Ugo Montagner si è visto assegnare dal nuovo vescovo brasiliano, un’altra parrocchia, che dista dalla precedente circa 400 km, con una estensione maggiore (più grande della Toscana), situata proprio all’interno della boscaglia, con 5 piccole chiese che sono distanti l’una dall’altra circa 150-180 km. In poche parole: tutto risulta più difficile, ma il nostro missionario non si è perso d’animo e con grande volontà si è già messo all’opera per ricominciare tutto da capo. <Forse il Signore mi ha voluto mettere alla prova – afferma padre Ugo – e quindi mi accingo a questa nuova esperienza con tanta forza d’animo e con grande dedizione per il prossimo. La salute, ringraziando Dio, è ancora buona e le forze mi assistono. Nel maggio scorso ho salutato i miei vecchi parrocchiani, consegnando loro le offerte che giungono da Siena e dall’Italia relative ai primi sei mesi dell’anno: tra queste sono comprese le adozioni a distanza che contribuiscono a far vivere in maniera più dignitosa molte famiglie. La mia nuova parrocchia necessità di interventi urgentissimi: la situazione è davvero precaria, così come quella della mia jeep, un mezzo indispensabile per muoversi in una zona così vasta ed impervia, che durante il periodo delle piogge diventa quasi impraticabile. Per questo motivo qualsiasi forma di aiuto è ben accetta. Con grande riconoscenza, ringrazio tutti coloro che fino ad oggi hanno aiutato la mia missione, ed un grazie di cuore anche a chi lo farà da domani.> Padre Ugo Montagner sarà ospite mercoledì 23 giugno del Costone, presso il Ricreatorio Pio II, dove celebrerà alle ore 19,30 una Messa; seguirà una cena (prenotazioni in segreteria 0577 42073) nel corso della quale padre Ugo avrà modo di testimoniare ai presenti la propria opera missionaria.