di aprile 2014
C-REG-Il Costone cede le armi con onore al termine di una stagione positiva

BASKET SERIE C
GAME OVER PER L’MPS COSTONE CHE CHIUDE LA STAGIONE A SAN MINIATO

63-56
ETRUSCA S.MINIATO: Meucci A. 3, Fraschetti 2, Parrini 7, Meucci F. 27, Straffi 6, Stefanelli 10, Susini 8, Castellacci, Panchetti, Lotti. All. Ialuna.
MPS COSTONE SIENA: Benincasa 13, Bonelli 6, Bruttini 10, Carnaroli 15, Catoni, Nepi 12, Fortunato, Barbucci ne, Zani ne, Mirizio ne. All. Binella.
ARBITRI: Bertoncini di Pontremoli e Facchini di Livorno
Parziali: (14-9, 27-29, 41-36).

SAN MINIATO – Game over per l’Mps Costone che uscendo sconfitta dal parquet di S.Miniato non riesce a compiere l’impresa di accedere ai play-off. Anche la vittoria comunque avrebbe lasciato fuori dalle finali la formazione senese, visto che Grosseto ha vinto contro una rimaneggiata Pescia. Nessun dramma all’interno del team gialloverde che porta a termine una stagione con una squadra tutta costruita in casa, sicuramente il risultato più bello che la società della Piaggia ha ottenuto. A S.Miniato, dopo un inizio poco convincente, i ragazzi di PF Binella hanno preso coraggio, portandosi avanti nella seconda frazione (18-23 al 14’), ma senza riuscire a staccare i padroni di casa in ritardo di 2 all’intervallo. Le cose sono andate peggio nella seconda parte della gara, complice un’imprecisione al tiro da parte dei cecchini senesi che alla fine faranno registrare un nullo su 14 da 3 e un 24/52 da 2. Nella terza frazione l’Mps va a canestro con soli 7 punti, davvero pochi, mentre dall’altra parte sale in cattedra Francesco Meucci, una spina nel fianco per la difesa costoniana. L’Etrusca vede gli avversari in difficoltà e dal perimetro bucano a ripetizione la zona senese. Il +13 del 33’, determinato anche da un tecnico fischiato a Benincasa, lascia poche speranze, anche se un generoso Carnaroli, che alla fine risulterà il miglior realizzatore del Costone, cerca di limitare i danni, dando anche una grossa mano ai rimbalzi (10 in totale). In doppia cifra anche Nepi (12) e Bruttini (10), quest’ultimo lontano dalle sue performance abituali.
R.R.

 

Blukart Etrusca San Miniato - Montepaschi Costone Siena 63 – 56
Blukart: Meucci A. 3, Panchetti, Lotti, Fraschetti 2, Parrini 7, Castellacci, Meucci F. 27, Straffi 6, Susini 8, Stefanelli 10. All: Ialuna.
Montepaschi: Zani, Barbucci, Carnaroli 15, Bonelli 6, Benincasa 13, Fortunato, Catoni, Nepi 12, Bruttini 10, Mirizio. All: Binella.
Parziali: 14-9, 27-29, 41-36.

Il Costone dice addio alla stagione 2013/14 in coincidenza dell'ultima gironata di regular season, che vede la squadra di coach Binella sconfitta sul campo di San Miniato. Le speranze di qualificarsi per gli spareggi dei playoff erano ridotte al lumicino, anche a causa dell'ultima sciagurata caduta casalinga al cospetto di Carrara e passavano per un risultato positivo contro l'Etrusca ed una contemporanea sconfitta di Grosseto, impegnata in casa contro Pescia.
Così non è stato ed anzi il Gruppo Pellegrini ha battuto Cempini e soci, che così hanno ceduto il quarto posto alla Virtus; il Montepaschi si deve quindi accontentare della decima piazza, con la consapevolezza che, forse, in questa stagione qualcosa poteva essere gestito meglio.
Passando alla cronaca, la partita odierna racconta di un confronto equilibrato tra le due squadre: la partenza vede più pronta e decisa San Miniato, che chiude avanti la prima frazione in vantaggio di cinque lunghezze. I senesi riordinano le idee e con un bel parziale di 20 a 13 si rifanno sotto, chiudendo addirittura in vantaggio e lasciando aperto lo spiraglio playoff: i costoniani sono spinti dalla grande prestazione di Giulio Carnaroli, doppia doppia da 15 e 10 per il centro, che tuttavia si trova di fronte il mattatore Meucci (27 per lui alla fine), in un duello che rappresenta il canovaccio centrale del match.
I quarti dipari sono tuttavia evidentemente nefasti per i gialloverdi che tornano nuovamente ad arrancare sotto i colpi dell'Etrusca, non riuscendo a trovare sempre la via del canestro con percentuali adeguate; gli spareggi si allontanano tuttavia definitivamente nell'ultimo quarto quando, nonostante l'equilibrio, il Costone non riesce a ricucire lo strappo e si arrende ai padroni di casa per 63 a 56.
Guido Carli