di maggio 2017
Serie B femminile – Play-Out L'MPS COSTONE TOCCA IL CIELO CON UN DITO

GRANDE IMPRESA PER LE RAGAZZE DI COACH MARCO CASTALDO CHE ESPUGNANO IL PARQUET DELLA FLORENCE ASSICURANDOSI IN GARA-3 LA SALVEZZA. FONDAMENTALE L'APPORTO DEL TIFO COSTONIANO CON UN PULLMAN DI SOSTENITORI AL SEGUITO
47-53

IL FOTOAMATORE FLORENCE: Stefanini 10, Rubinetti 4, Ciantelli 12, D'Erasmo 18, Basilissi, Matteini, Al Tumi, Ghiribelli ne, Mortelli 2, Ciulli ne, Verdejo Jimenez 1, Lupi. All. Pandolfi
MPS COSTONE SIENA: Bozzi ne, Tarso ne, Corbini ne, Donadio 2, Oliva 11, Renzoni 2, Barbucci 10, Dragoni 15, Sposato ne, Nardi 3, Burrini, Bonaccini 10.
All. Castaldo.
ARBITRI: Marco Luppichini e Matteo Luppichini
Parziali: 16-18, 21-28, 38-40; Tiri liberi: 20/30 Florence, 14/22 Siena

Quella che sembrava essere una 'mission impossible' si è rivelata invece un'operazione stellare, con l'Mps Costone che in un finale sconsigliato ai deboli di cuore, sbanca il parquet fiorentino aggiudicandosi gara-3 a soli 3 giorni di distanza dall'altro successo costoniano maturato al PalaOrlandi in occasione di gara-2. Le ragazze di coach Marco Castaldo, il primo a credere da sempre in questa impresa, si sono dunque ripetute, nonostante il fattore campo avverso e una direzione di gara apparsa assai casalinga con la distribuzione di tecnici e falli personali che alla fine potevano costare assai cari alla compagine senese che invece ha saputo reagire stringendo i denti, ma soprattutto gettando in campo l'orgoglio di chi vuole assolutamente vincere. E' stata questa infatti la mentalità che ha consentito alle giocatrici bianconere di avere la meglio in una contesa equilibrata, dove l'Mps ha condotto quasi sempre nel punteggio, per arrivare poi nelle battute conclusive dove si è vista superare pericolosamente dalle padrone di casa che sembravano ormai avere la meglio. Invece la freddezza e la tenacia dell'ex Bonaccini e di una determinante Barbucci hanno proiettato le costoniane direttamente in paradiso. Prima parte del match dove l'equilibrio regna sovrano, poi - prima della pausa lunga - ecco lo strappo delle ospiti che alla seconda sirena fanno segnare un +7. Da qui la decisione di coach Pandolfi di optare per una difesa a zona che in qualche maniera mette un po' di apprensione tra le file senesi, con gli attacchi delle gigliate che si fanno sempre più incisivi grazie alle triple di D'erasmo, Ciantelli e Stefanini e al contributo sempre prezioso di Rubinetti. Il sorpasso viola avviene nelle battute conclusive (47-44 al 38'), ma ecco la grande reazione dell'Mps che prima pareggia i conti dall'arco con Bonaccini, per poi innescare una bomba esplosiva con la valchiria Claudia Barbucci che si guadagna anche un libero, puntualmente trasformato (47-51) a 17” dal termine. I tentativi disperati delle fiorentine non hanno effetto, anzi sono nuovamente le costoniane ad avere l'opportunità di mettere in cassaforte il risultato dalla lunetta ancora con Barbucci che mette la firma con i suoi 6 punti consecutivi sulla vittoria dell'Mps. Un successo di squadra dove tutte le protagoniste hanno saputo dare un apporto vincente, in primis Arianna Dragoni, migliore realizzatrice, che è rimasta in campo nonostante un dolore intenso al ginocchio. Bene anche Oliva, anch'essa in doppia cifra, e considerevoli le prestazioni di Nardi, Donadio, Burrini e Renzoni. Anche dalla panchina, così come dagli spalti di un S.Marcellino trasformato in una bolgia incredibile dalle rispettive e corrette tifoserie, non è mancato il caloroso sostegno. Al termine è il team senese a esultare per una salvezza ampiamente meritata, mentre per la Florence la coda dei play-out si allunga con il confronto che la vedrà opposta a Prato.
R.R.