di giugno 2019
FINALI CAMPIONATO NAZIONALE BASKIN

CREMONA, CAMPIONE INDISCUSSA
L’ESTRA SYNERGIE KW VINCE CON TARANTO, MA NULLA PUO’ CONTRO LA FORTISSIMA FADIGATI CREMONA


 


Cremoma è la capitale indiscussa del Baskin, lo si capisce appena arrivi alle porte della città, con un cartello che accoglie i visitatori, dove campeggia la scritta: ‘Cremona, Città del Baskin’. E’ lì che hanno inventato questa disciplina sportiva che consente ad atleti diversamente abili di praticare uno sport degno di questo nome. E adesso lo è ancora di più, dopo la conquista del titolo nazionale avvenuta in occasione della giornata conclusiva della 4^ rassegna nazionale, dove la Fadigati Cremona ha battuto il Bologna Baskin con il punteggio di 67-55. Al 3° posto la compagine siciliana di Avola, 4^ i Lupi di Pesaro. Le finali si sono giocate al PalaRadi, dove il giorno prima si erano date battaglia la Vanoli Cremona e l’Umana Reyer Venezia nelle semifinali per lo scudetto; tutte le altre gare, sono state giocate in vari impianti sportivi della Città. Ottima l’organizzazione, con una sola pecca: non aver consentito alle altre 5 squadre non ammesse alle semifinali (Siena, Taranto, Aosta, Erba e Padova, di poter disputare altre partite. Infatti, dopo il girone eliminatorio, l’Estra Synergie Kw Costone Baskin ha concluso il proprio iter; non è bastata la convincente vittoria contro la rappresentativa di Puglia/Basilicata, cioè Taranto, per proseguire l’avventura. Il sorteggio aveva inserito la squadra senese nel girone con Cremona; indubbiamente va riconosciuto ai padroni di casa una netta superiorità, con la sfida che si è conclusa con un perentorio 84-55, mentre contro Taranto i ragazzi di Giuseppe Dragone si erano saputi imporre per 76-66. E’ stata ugualmente una bella esperienza, con il Costone Baskin Siena campione toscano, che ha portato il blasone della Città in una competizione che ha avuto una notevole risonanza mediatica. Un migliaio di persone hanno assistito alla finale, mentre la cerimonia di inaugurazione è stata salutata da un’intera città che ha accolto festante il corteo delle squadre con bandiere tricolori e d’Europa, accompagnandolo fino al Palazzo Comunale dove le 9 rappresentative sono state accolte dal Sindaco e altre autorità. Tutto quanto molto bello, da ricordare.
R.R.