di gennaio 2010
SerieC - Presentazione Costone - Sassari

LA CONSUM.IT COSTONE RICEVE AL PALAORLANDI SASSARI, GARA CHE CHIUDE IL GIRONE DI ANDATA
Non inizia certamente bene questo 2010 per la Consum.it Costone che in casa della capolista Terni deve registrare il primo stop dell’anno. Che la gara sarebbe stato un test difficile lo si sapeva in quanto la formazione umbra, rivelazione del girone E della serie C, sembra attraversare un momento davvero felice e meritatamente occupa il primo posto della classifica con 22 punti all’attivo, inseguita a 2 lunghezze dalla coppia Certaldo-Piombino. Se non fosse stato per quell’inizio sciagurato (26-12 per i padroni di casa), a Terni forse avremmo visto una gara diversa, difatti i ragazzi di Zanotti nella seconda frazione hanno completamente mutato l’atteggiamento in campo, andando al riposo con soli 4 punti di svantaggio (36-32). Nella seconda parte del match poi, gli umbri sono riusciti a tenere a debita distanza i senesi, chiudendo sul 71-60. Quello che è mancato alla Consum.it, oltre ad un buon impatto con la gara, è stata la freschezza di idee in fase offensiva, mentre sotto canestro si è concesso un po’ troppo agli avversari. Ma Terni a questo punto deve essere dimenticata, in quanto questo pomeriggio sarà di scena al PalaOrlandi Sassari, compagine ripescata all’ultimo tuffo in serie C. I sardi, a dire il vero in maniera un po’ sorprendente, li troviamo al quarto posto con 18 punti all’attivo, due in più del Costone, fortemente intenzionati a dare battaglia fino all’ultimo per le primissime posizioni. La squadra sarda può contare su un fuoriclasse che risponde al nome di Giuliano Samoggia, un’ala in grado di fare la differenza in campo (secondo miglior realizzatore del girone), ma complessivamente il gruppo è di quelli solidi, con ottimi tiratori. Anche l’altro Samoggia, Matteo, è giocatore da prendere con le molle, così come la guardia Spissu, spesso (scusate il gioco di parole) in doppia cifra. Non sarà quindi una partita facile, questo coach Zanotti ed il suo assistente Naldini lo sanno benissimo, con i sardi che tra l’altro potranno contare su un giorno di riposo in più, visto che hanno disputato il loro impegno il 5 sera contro Pontedera, vincendo con il punteggio finale di 45-44, una sorta di sagra degli errori, come si può intuire dal bassissimo punteggio finale.