di gennaio 2010
SerieC-Commento vittoria a Pontedera

COLPO GROSSO DELLA CONSUM.IT COSTONE A PONTEDERA. LA SQUADRA DI ZANOTTI HA SAPUTO RISPONDERE CON GRANDE DETRMINAZIONE ALL’AGGRESSIVITA DEI PADRONI DI CASA
di Roberto Rosa

Con il coraggio e con il cuore la Consum.it conquista 2 punti sul campo di Pontedera, dove in 40’ è successo di tutto, compreso qualche infortunio frutto di una gara maschia, voluta così sin dall’inizio dai padroni di casa, che alla fine però si sono dovuti arrendere di fronte alla determinazione degli uomini di Zanotti che hanno avuto il grande merito di non farsi intimorire dall’atteggiamento molto aggressivo degli avversari. Quando una partita si incanala su certi binari, devono essere gli arbitri a ricondurla su percorsi più consoni, ma questo è accaduto solo dopo l’infortunio di Canigiani che all’inizio della terza frazione, in un contatto di gioco ruvido, ma del tutto fortuito, è andato a sbattere contro un coriaceo Cessel, intento a difendere la posizione sotto canestro. Ad avere la peggio è stata l’ala pontederese, subito soccorso da Franceschini e Castri, a cui gli accertamenti ospedalieri eseguiti in serata hanno riscontrato la frattura di una costola. Sono episodi senza dubbio spiacevoli, ma non ce la sentiamo di puntare il dito contro un giocatore come Cessel, un esempio di correttezza e sportività, specialmente dopo aver rivisto il video della partita che allontana ogni ombra di dubbio sull’episodio. E’ chiaro che se la gara diventa spigolosa, lui certamente non si sottrae a certe logiche, così come hanno fatto i suoi compagni di squadra che sin dalle battute iniziali hanno dovuto fare i conti con il pressing ordinato da coach Barsotti, che spesso è sfociato in contatti fisici ai limiti del regolamento. Ma la Consum.it non si è fatta per nulla intimorire e con grande caparbietà ha fatto suo l’incontro. Franceschini e Castri hanno lottato come leoni, ma la vittoria è senza dubbio merito di tutto il gruppo. Grazie a questo successo esterno il Costone ha preso ulteriormente contatto con le zone alte di classifica, affiancando in terza posizione Piombino e Sassari, e rosicchiando punti anche alla capolista Terni, sconfitta a Colle, ed alla seconda Certaldo, fermata ad Orvieto. Di più da questo turno non si poteva certamente chiedere.