di gennaio 2014
C-REG-Un Costone molto concreto espugna il difficile campo di Carrara

BASKET serie C regionale
“ALL IN” PER L’MPS CHE SBANCA CARRARA
Inizia in maniera spumeggiante il nuovo anno per l’Mps Costone che strappa sul campo di Carrara i primi 2 punti lontano da Siena, bissando così la vittoria in trasferta riportata nel derby contro la Virtus. Poker di vittorie.
73-87

AUDAX CARRARA: Giusti 16, Sacconi 8, Profeti 20, Cavazzon 12, Picchianti 12, Borghini 5, Cucurnia ne, Melegari ne, Salvi ne, Montagnoli ne. all. Cristelli.
MPS COSTONE SIENA: Bonelli 6, Bruttini 29, Benincasa 10, Catoni 6, Fortunato 5, Nepi 29, Bilotta 2, Toscano, Zani ne, Barbucci ne. All. PF Binella.
ARBITRI: Masci di Pistoia e Venticinque di Signa.
Note: Parziali: (14-15, 32-40, 50-59).

CARRARA – A Carrara i ragazzi di PF Binella giocano d’azzardo, calando un poker di successi che gli consente di superare proprio i marmiferi in classifica. Il Montepaschi lamenta l’assenza di Carnaroli e Rosa, ma recupera al “tavolo” Benincasa. Che la partita fosse alla portata dei senesi lo si è intuito fin dalle prime “mani” dove la difesa locale ha denunciato scarsa reattività alle penetrazioni gialloverdi e poca pressione sul perimetro. Giusti cerca di bleffare con i suoi 7 punti iniziali, ma Bruttini rilancia con i suoi 9 (7-13 al 5’). Nell’area pitturata mancano i duelli, con Profeti che giganteggia, ma senza mai essere “servito”; Fortunato e Catoni alla fine riusciranno a tenerlo a bada. Primo giro di tavolo senza troppi sussulti, poi è Nepi a puntare forte con felici intuizioni trovando dei “piatti” consistenti e al 14’ si va sul 19-27, grazie anche al “tris” di Bruttini. Il +8 dell’intervallo viene fissato da una giocata di Benincasa che vale 3 “fisches”. Quando le squadre scozzolano nuovamente le carte in tavola, è ancora una volta il Costone a fare il gioco forte, allungando grazie alle giocate di Nepi e Bonelli (39-54 al 25’), a cui Cavazzon e Picchianti rispondono con triple di avvicinamento. La difesa senese è senza dubbio più arcigna rispetto a quella dei padroni del casinò carrarese, e nelle ultime mani i giocatori opsiti non fanno trasparire nessuna emozione; si innervosisce invece Giusti che commette al 33’ un fallo da espulsione su Catoni; uno in meno al tavolo dell’Audax, già con i giocatori contati. Il + 17 del 34’ (55-72) sembra una garanzia per Siena, ma Cavazzon e Picchianti calano da oltre l’arco due “full” pericolosi, ma le ultime mani sono tutte di marca costoniana. Le “passate” più ricche sono quelle di Bruttini (29 fisches con 20 di valutazione) e Nepi (29 fisches con 30 di valutazione), ma tutta la squadra ha fatto “all in”.
R.R.

 

Spintermar Audax Carrara – Montepaschi Costone Siena 73 – 87
Spintermar: Cucurnia, Cavazzon 12, Melegari, Picchianti 12, Salvi, Giusti 16, Sacconi 8, Borghini 5, Montagnoli, Profeti 20. All: Cristella.
Montepaschi: Zani, Barbucci, Bonelli 6, Benincasa 10, Fortunato 5, Catoni 6, Toscano, Nepi 29, Bilotta 2, Bruttini 29. All: Binella
Note: Parziali: 14-15, 32-40, 50-59. Tiri liberi: Siena 20/28

Grande impresa del Montepaschi Costone che sbanca Carrara e guadagna preziosi punti per la corsa ai playoff, staccando proprio la Spintermar, con la quale i gialloverdi erano appaiati.
Quello che ha colpito della prestazione dei ragazzi di coach Binella, che ritrovava oggi dopo due mesi Duccio Benincasa ma perdeva Caranaroli e Rosa, è stata la maturità messa in campo: i senesi hanno infatti interpretato in maniera impeccabile la partita fin dalla palla a due, costruendo in maniera continua e paziente il vantaggio. Decisivi il mini-strappo dato nel secondo quarto ed il cinismo con cui, nell’ultimo quarto, il Montepaschi non solo ha resistito agli attacchi dei padroni di casa, ma anche aumentato con grande sicurezza il margine sugli avversari.
Decisive le grandi prove di Bruttini e Nepi, autori di due terzi del bottino offensivo dei gialloverdi, entrambe con 29 punti, che hanno sopperito al problema delle rotazioni largamente accorciate in casa gialloverde; decisive nella vittoria costoniana le penetrazioni, con le quali i senesi hanno bucato continuativamente la difesa di Carrara, che dal canto suo non è riuscita a trovare le adeguate contromisure.
A nulla sono valse per gli apuani le belle prestazioni di Profeti e Giusti e così per il Costone è arrivata la gioia della quarta vittoria consecutiva e di una classifica che ora sorride davvero alla compagine di Binella.
Guido Carli