di gennaio 2014
C-REG-CENTIMETRI E PESO SONO DALLA PARTE DI S.MINIATO CHE ESPUGNA IL PALAORLANDI. MPS COSTONE COSTRETTO ALLA RESA

BASKET serie C regionale
Montepaschi Costone Siena – Blukart Etrusca San Miniato 61 – 66
MPS COSTONE SIENA: Bonelli 14, Bruttini 18, Benincasa 15, Carnaroli 5, Catoni, Nepi 7, Bilotta 2, Toscano, Rosa, Corsi ne. All. PF Binella.
BLUKART S.MINIATO: Meucci A. 12, Meucci F. 20, Fraschetti 2, Susini 16, Stefanelli 7, Parrini 9, Straffi, Grosso, Vallini ne, Castellacci ne. All. Ialuna.
ARBITRI: Raccampo di Firenze e De Soricellis di Lastra a S.
Note: Parziali: (8-14, 25-31, 35-51).

SIENA – Si interrompe al PalaOrlandi la striscia vincente dell’Mps Costone che contro un coriaceo e ben strutturato S.Miniato alla fine deve arrendersi, ma senza prima aver venduto cara la pelle. Che sarebbe stata una gara non facile, soprattutto sotto le plance, lo si sapeva: il duo Susini-Francesco Meucci, serviti con grande efficacia, ha infatti imperversato nell’area colorata (7/12 per il pivot, 8/12 per l’ala con 8 rimbalzi ciascuno). La Blukart non si è limitata a colpire solo da sotto, ma anche dal perimetro, chiudendo con un 7/15 da 3. Ospiti avanti già dalla prima frazione (6-12 al 6’) dove le difese, individuale per l’Etrusca, alternata uomo-zona per il Costone, sono apparse a maglie strette. Bruttini è un osservato speciale, così come Nepi; via libera dunque a Benincasa-Bonelli che in cabina di regia forniscono una prova di sostanza e qualità. I ‘lunghi’ senesi (leggi Carnaroli e Catoni), tirano fuori le unghie, ma senza riuscire a graffiare e spostare i più dotati avversari, con il solo effetto di gravarsi ben presto di falli. Alla pausa lunga il Costone lamenta 6 punti di ritardo, ma la forbice si allarga nel 3° periodo (29-43 al 26’) dove la squadra di Ialuna si trova a meraviglia, chiudendo la frazione sul +16 e toccando il massimo vantaggio al 33’ (39-56). Arriva qui la reazione d’orgoglio dei gialloverdi che trainati da Gigi Bruttini destatosi dal letargo, piazzano un parziale di 12-0 che riapre i giochi. Ci pensa però Francesco Meucci a trovare un 2+2 che ristabilisce il divario in doppia cifra; le bombe finali di Bonelli (2) e Nepi, addolciscono la pillola, ma senza ribaltare il punteggio che alla fine si fissa sul 61-66 a favore dei pisani che portano via da Siena 2 punti più che meritati.
R.R.


Montepaschi Costone Siena – Blukart Etrusca San Miniato 61 – 66
Montepaschi: Carnaroli 5, Bonelli 14, Rosa, Benincasa 15, Catoni, Toscano, Nepi 7, Bilotta 2, Bruttini 18; ne: Corsi. All: Binella.
Blukart: Meucci A. 12, Grosso, Fraschetti 2, Parrini 9, Meucci F. 20, Straffi, Susini 16, Stefanelli 7; ne: Vallini, Castellacci. All: Ialuna.
Arbitri: Raccampo e De Solicellis.
Note: Parziali: 8-14, 25-31, 35-51. Tiri liberi: Siena 7/13.

Al Costone non basta una grande ultima frazione per portare a casa i due punti contro San Miniato e proseguire la striscia vincente che durava da quattro partite. Gli ospiti si impongono sulle tavole del PalaOrlandi grazie ad un’ottima partita ed alla grande prestazione dei lunghi.
Etrusca sempre avanti lungo tutto l’arco del match, fin dall’inizio in cui Francesco Meucci, pericolo pubblico numero uno, fa subito intendere che per lui sarà una grande serata; il Montepaschi dal canto suo gioca bene, trova buoni tiri ed in ritmo, ma le polveri sono a dir poco bagnate. Il primo strappo alla partita San Miniato lo dà ad inizio secondo quarto, quando, grazie alle triple del suo capitano Parrini, tocca per la prima volta la doppia cifra di vantaggio con 2’ e mezzo sul cronometro; la serataccia al tiro per i gialloverdi continua e l’Etrusca scappa fino al 26 a 14, ma il grande orgoglio costoniano mette in moto la reazione, che, condotta da Bonelli e Benincasa riporta il distacco a sole 5 lunghezze.
La terza fazione, tuttavia, è quella che decide la partita: il dominio dei lunghi Susini, Fraschetti e Meucci è insostenibile per i pariruolo senesi e tra un alto-basso ed un gioco a due il Costone si ritrova sotto anche di 17 punti. Come detto il quarto periodo è interamente di marca costoniana, con l’intensità difensiva che finalmente sale al giusto livello e l’attacco ospite che perde la via del canestro per ben 7 minuti: un Bruttini finalmente ispirato, ben coadiuvato dai soliti Bonelli, Nepi e Benincasa, perfora la retina biancorossa a ripetizione e le numerose transizioni contribuiscono a dare morale alla truppa di Binella. Il Montepaschi si trova anche con in mano il tiro del possibile meno 2, ma il tentativo finisce nelle mani sbagliate di Bilotta, che non prende neanche il ferro; da lì in poi per i padroni di casa è notte fonda, il Costone continua ancora a lottare ma Meucci e Susini chiudono definitivamente la partita, frustrando la grande rimonta dei padroni di casa.
Guido Carli