di febbraio 2015
Conferenza Stampa per il Raduno della Nazionale Under 18 al PalaOrlandi

Con una conferenza stampa organizzata presso l’impianto sportivo di Montarioso, il Costone ha ufficializzato la presenza della Nazionale di Basket Under 18 che sarà a Siena nei giorni 8, 9 e 10 febbraio in occasione del primo raduno stagionale. Alla guida del tecnico Andrea Capobianco e dei suoi assistenti Di Meglio e Nunzi, i 13 azzurrini convocati sosterranno le sedute di allenamento presso il PalaOrlandi ad iniziare da lunedì mattina. Nell’ambito di questo raduno, è stato organizzato anche un clinc di formazione (3 punti Pao) che si terrà a partire dalle ore 19 fino alle 21,30 del giorno 9 a cui si sono già iscritti quasi 250 tecnici provenienti da ogni parte della Toscana, ma anche da altre regioni. Il clinic, realizzato in collaborazione con la Fip Toscana, sarà tenuto dallo stesso Capobianco e dall’ex coach della Mens Sana Marco Crespi. <E’ una grande soddisfazione per tutti noi ospitare una nazionale giovanile che mancava da Siena ormai da diversi anni> ha dichiarato la presidente Patrizia Morbidi, affiancata per l’occasione del consigliere regionale della Fip Toscana Stefano Bianchi e da Roberto Chiacig, attuale pivot della Mens Sana 1871, che nella sua lunga carriera cestistica ha conquistato con la maglia azzurra un europeo nel 1999, un terzo posto sempre agli Europei del 2003 e un argento alle Olimpiadi di Atene 2004. <Auguro a questi ragazzi di poter cogliere ambiti traguardi con la maglia della Nazionale>, ha detto ‘Ghiaccio’ che nella stagione 2012/13 ha vestito per 6 gare anche la maglia gialloverde del Costone. <Ho un bel ricordo di questa società, dove mi sono trovato bene, davvero un bell’ambiente, la Nazionale si sentirà a casa sua.>
R.R.

CONFERENZA STAMPA AL PALAORLANDI CHE OSPITERA' LA NAZIONALE UNDER 18 

Si è svolta ieri sera al PalaOrlandi, con inizio alle ore 18, la conferenza stampa di presentazione del raduno della Nazionale italiana Under 18, che sarà ospitato proprio nell'impianto di Montarioso: questa importante iniziativa, nata dallo stretto rapporto stabilito tra la Società della Piaggia ed il Settore Squadre Nazionali della Fip e concretizzatasi con il patrocinio della Federazione, sposta ancora di più i riflettori del movimento cestistico senese sul Costone ed il suo operato.
Gli allenamenti della rappresentativa guidata da Andrea Capobianco saranno inoltre accompagnati da un clinic per allenatori, aperto a partecipanti da tutta Italia, che vedrà come figure di riferimento proprio l'ex coach di Teramo e Marco Crespi, che a Siena, non c'è bisogno di ricordarlo, ha lasciato un grandissimo ricordo.
"Il nostro obiettivo è quello di far diventare Siena ed il Costone una delle case del basket giovanile italiano" ha commentato la presidente Patrizia Morbidi. " È grande l'orgoglio di riportare una nazionale a Siena dopo quasi quindici anni di assenza, così come la soddisfazione di accogliere un evento di grande rilievo come il clinic, che è tra i più attesi in assoluto in Italia" ha proseguito, prima di aggiungere: "Ho ricevuto questa mattina la telefonata del Presidente del CNA di Siena, che mi ha comunicato che il numero di iscritti è già oltre quota 200 ad una settimana dal via. Ringrazio per l'importante apporto il Coni e la Fip, oltre a tutti i partecipanti. Speriamo inoltre di poter avere presto anche una selezione femminile qui da noi, visto che siamo l'unica realtà con un'anima rosa nel nostro territorio."
È intervenuto poi Stefano Bianchi, in rappresentanza della Federazione a livello regionale: "Il Costone si sta dimostrando una società che sta puntando sull'innovazione, su idee importanti per il basket. Ospitare una nazionale giovanile rappresenta un messaggio per tutte le società affinché curino la base, ovvero la formazione dei giovani. Il momento ora richiede di consolidare il movimento e ripartire con intelligenza, il Costone lo sta facendo e a loro vanno i nostri complimenti" ha dichiarato.
A chiudere sono state le parole di Roberto Chiacig, testimonial d'eccellenza per l'occasione, scelto per i suoi importanti trascorsi in nazionale e per il suo legame con l'ambiente gialloverde, che lo ha visto protagonista in campo, seppur per poco tempo; queste le parole del pivot della Mens Sana: "La nazionale dev'essere un orgoglio per tutti i giocatori di pallacanestro ed averla a Siena è motivo di grande onore. I giovani devono essere tutelati ed aiutati a crescere, godendo della bellezza di un'opportunità come quella di far crescere e formare il nostro futuro a livello cestistico."

Guido Carli