di maggio 2006
Ancora Centenario !!!
IL CENTENARIO DEL RICREATORIO PIO II - COSTONE
 
Intorno alle ore 20 di sabato 13 Maggio don Giuseppe Acampa, direttore del Ricreatorio Pio II, nonché presidente dell’Associazione Costone, darà ufficialmente il via ai festeggiamenti per il Centenario della fondazione del Costone. Era il 1906 quando il fondatore mons. Nazareno Orlandi  acquistò la vecchia scuola-giardino Vittorino da Feltre, grazie al contributo di cittadini, parrocchiani, dell’arcivescovo Tommasi e di benefattori vari, primo fra tutti il conte Pietro Piccolomini, scomparso all’indomani della promessa di finanziamento dell’opera fatta all’Orlandi, ma il cui impegno fu mantenuto dalla madre contessa Angiola e dalla sorella contessina Bianca; da qui la decisione di intitolare il luogo a Pio II, papa Piccolomini. In cento anni di storia il Costone ha lasciato un segno tangibile della propria esistenza, grazie all’impegno di tante generazioni che hanno frequentato l’antico Ricreatorio, dove sotto la guida dei successori dell’Orlandi, scomparso nell’agosto del 1945, si è dato vita a moltissime attività di carattere religioso, culturale, socio-politiche, artistiche e sportive. Dall’Orlandi, figura carismatica e sacerdote di grande cultura, al suo successore mons. Ciabattini, dal mitico don Vittorio Bonci, che tutti chiamavano confidenzialmente il DonVi, scomparso nel marzo del 1999, a don Gaetano Rutilo, fino all’attuale don Giuseppe Acampa, il Costone ha sempre proseguito nella propria azione educativa e formativa nei confronti dei giovani. Sono circa 500 i costoniani che gravitano attorno a questa realtà, inossidabile nel tempo e presenza più che mai incisiva nel tessuto cittadino. La grande scommessa del Costone adesso si chiama Palazzetto, un sogno che la gente della Piaggia insegue da più di 30 anni; l’impianto che sta nascendo a Montarioso grazie ai contributi della Fondazione, sarà finito a metà del 2007 e lo sport al Costone potrà finalmente decollare con programmi più ambiziosi. I festeggiamenti di oggi prevedono il seguente programma: alle ore 17, presso il teatro del Costone, si terrà l’assemblea dei soci con il rendiconto annuale. A seguire la S.Messa, preceduta dall’omaggio floreale alla tomba di mons.Orlandi ed ai caduti costoniani in guerra. Alle ore 19,30 è previsto il ricevimento delle autorità cittadine  e dei circa 300 invitati, oltre ai costoniani di ieri e di oggi. La banda “Citta del Palio” suonerà per la circostanza l’inno “La Repubblica del Costone” tanto caro al DonVi; poi si terrà la cerimonia con la quale sarà dato il via ai festeggiamenti per il Centenario, che si protrarranno fino al maggio del prossimo anno. Nei giardini del Costone sarà allestito anche un grande buffet, con musica ed intrattenimenti vari; un modo per fare festa e per ricordare a tutta la Città che il Costone è più che mai vivo, non solo nel ricordo di tutti coloro che l’hanno frequentato, ma anche e soprattutto con l’opera fattiva e continuativa mai interrotta in questi 100 anni di storia.
Roberto Rosa