di dicembre 2019
Basket Costone - IL PUNTO DELLA SETTIMANA

COSTONE: RIDONO LE DONNE DEL DRAGO E LA FORNACE, MOLTO CUPI GLI UOMINI DELLA VISMEDERI
C’è qualcuno che ride al Costone e altri che non ridono affatto. Sono le donne questa volta a dormire sonni tranquilli di una domenica dove la vittoria è tornata ad aleggiare, grazie al successo riportato contro la Sestese Avvenire 2000. Notte turbolenta invece in casa Vismederi, con i ragazzi di Braccagni che dopo 5 vittorie consecutive sono andati in frantumi sul parquet del PalaCristallo di fronte ad avversari, sicuramente inferiori da un punto di vista tecnico, ma che hanno gettato in campo un cuore biancorosso grosso così. Sta qui il segreto del successo per la formazione allenata da coach Meoni che ha disputato una gara piena di intensità, arricchita da tanta grinta e concentrazione e se vogliamo anche da scelte tecniche più che azzeccate, come i vari cambi difensivi, dall’individuale alla zona, condita da una box and one; insomma, un’affermazione che non fa una piega, dove i vari Del Cucina, Peruzzi e Iozzi e il resto della compagnia ben affiatata, hanno dato una vera e propria lezione di umiltà ai gialloverdi. Nello sport perdere ci sta, ci mancherebbe, è come si perde che può far male. Questo Bruttini e compagni lo hanno compreso benissimo, tanto che martedì sono tornati a lavorare in palestra con l’intento di preparare al meglio il prossimo confronto casalingo contro la Pall. Valdera, matricola terribile di questo girone assai equilibrato. Dicevamo in apertura delle donne che invece hanno messo a segno un colpo importante al PalaNannini che ha consentito a Dragoni e company di tornare a muovere la classifica. Una vittoria netta, con le bianconere che sono riuscite a scappare decisamente nella 2^ frazione, lasciando lì le fiorentine che però non si sono arrese, tornando a farsi minacciose nel finale di gara, ma il gap era così sostanzioso che l’esito non ha avuto storia. Fattorini semmai si lamenta di certi errori che la sua squadra dovrebbe cercare di evitare, ma nel contempo è perfettamente consapevole che le giovani peccano di inesperienza, un difetto che solo con il passare del tempo può essere gestito diversamente. Adesso le bianconere sono attese dalla lunga trasferta di Lavagna dove sarà da evitare l’abbordaggio in classifica da parte delle liguri che seguono il Costone, quinto a quota 10, di sole 2 lunghezze.
R.R.