di dicembre 2019
Serie C Silver - COSTONE 72 - QUARRATA 73

VISMEDERI A UN PASSO DAL CIELO
QUARRATA TROVA A 5” DALLA FINE IL CANESTRO DELLA VITTORIA. NON BASTANO AI GIALLOVERDI, L’OTTIMO DEBUTTO DEL BRASILIANO JULIATTO E I CANESTRI DI BRUTTINI E TOGNAZZI

VISMEDERI NANNINI SIENA: Benincasa 6, Tognazzi 18, Bruttini 19, Chiti G. 7, Catoni 2, Juliatto 15, Angeli 2, Ceccatelli 3, Monnecchi, Chiti L. 2, Zani ne, Picchi ne. All. Braccagni
DANY QUARRATA: Toppo 7, Nesi F. 22, Vannoni 11, Vettori 8, Riccio 13, Cannone 9, Magnini 2, Nesi M. 1, Bonetti, Bracali ne. All. Valerio
ARBITRI: Natucci e Pampaloni
Parziali: 16-21, 34-37, 54-52

Con un canestro facile a 5” dalla sirena, Nesi trova da solo in contropiede i 2 punti della vittoria, al termine di una gara vibrante e spettacolare dove la Vismederi sembrava ormai avere il sopravvento sugli avversari, con quei 4 punti di vantaggio a 57” dal termine, raggiunti grazie a un canestro di Tognazzi (69-68) e alla bomba di Bruttini. Invece Nesi e compagni, magistrale la prova del n.9 di Quarrata, nelle ultimissima battute di gioco riescono a sovvertire l’esito dell’incontro, grazie soprattutto a una tripla micidiale di Riccio scagliata a 30” sul risultato di 72-68 per i gialloverdi (72-71). Sull’azione susseguente i senesi non riescono a trovare il lampo vincente, mentre la lunga parabola degli ospiti raggiunge, come già detto le mani di Nesi che da sotto non perdona. E’ questo l’epilogo di una gran bella battaglia, intensa e avvincente, dove Quarrata ha condotto nel punteggio fino al 24’ (41-41), dopo essere stata avanti anche di 8 (16-24 al 13’). Toppo ha trovato di fronte alla sua strada il brasiliano Juliatto che ha esordito alla grande, dimostrando tutte le sue qualità, ma purtroppo non è bastato. Bravi i ragazzi di Valerio ad attaccare il ferro in continuazione, specialmente nella prima parte della gara, rendendosi però molto pericolosi anche dal perimetro. Nell’ultima frazione il botta e risposta tra le due squadre è stato spettacolare, con i 4 recuperi offensivi di Angeli e i canestri a ripetizione di Vannoni, poi l’esultanza per Quarrata che alla fine pesca il jolly vincente.
R.R.