di novembre 2007
SerieC1 - Commento Galli - Costone
CONSUM.IT COSTONE LANCIATISSIMA
LA VITTORIA CONTRO IL GALLI SGV
VALE IL SECONDO POSTO
 

 
Sesta vittoria su 9 gare fin qui disputate per la Consum.it Costone che dopo aver espugnato il campo di S.Giovanni Valdarno, si insedia in quarta posizione affiancando il Basket Perugia, formazione retrocessa dalla serie B2 che sin dall’inizio non ha fatto nessun mistero sulle proprie intenzione di riconquistare immediatamente la serie cadetta. E’ vero che non è stato compiuto neppure un terzo del tragitto previsto nella regular season ed è anche vero che ai costoniani mancano le partite-verità contro le formazioni più accreditate del girone (vedi lo stesso Perugia, Monsummano ed Empoli) ma se il buon giorno si vede dal mattino, ecco che i senesi possono guardare al futuro con una buona dose di ottimismo. La vittoria contro il Galli, avversario storico e campo storicamente avverso, è stata conquistata grazie alla caparbietà del gruppo, che ha evidenziato ancora una volta un Martina super, un Pippo Franceschini in forte rialzo di quotazione ed un Loriga in netta crescita. La squadra senza dubbio sta crescendo sotto le direttive di Daniele Ricci, il quale già nella scorsa stagione dimostrò tutto il proprio valore. <Nessun volo pindarico - avverte lo stesso Ricci - guai a farsi prendere dagli entusiasmi che ci farebbero distrarre, però nessuno può negare che fino a questo momento abbiamo raccolto i frutti di un lavoro assiduo. Temevo fortemente per l’assenza di Gambelli, fermo ormai da due turni, un giocatore per noi essenziale, ma fortunatamente la squadra ha saputo sopperire a questa defaillance. Adesso dobbiamo concentraci sul nostro prossimo avversario, la Pallacanestro Empoli, che a Todi ha rimediato una figuraccia e temo che venga a Siena per riscattarsi. Dovremo stare molto attenti, ma soprattutto scendere in campo con molta umiltà e nel contempo con il massimo della determinazione.> La gara contro Empoli si giocherà domenica sera al PalaGiannelli alle ore 21.
Roberto Rosa
da La Nazione Siena, 20 novembre 2007