di febbraio 2009
SerieC - Cus Siena 80 - Costone 82

CUS SIENA – COSTONE SIENA: 80-82

Ict Logistica Cus: Cerolini 5, Falossi 9, Ghezzi, Sprugnoli 5, Bianciardi 3, Sensi 14, Bindi 10, Daviddi 4, Salvadori 13, Crotta 17. All. Frati

Consum.it Costone: N.Franceschini 25, Gambelli 13, Zec, Bruttini, Fabrizi 10, Massari 7, F.Franceschini 2, Cessel 2, Nesi 18, Bonelli 5. All. Zanotti

Arbitri: Zorzutti e Pellino di Roma.

Note - Parziali: (14-18, 37-37, 57-53). Usciti per falli: Bindi

di Giuseppe Nigro

Il derby è gialloverde. Il Costone espugna il PalaCorsoni al termine di un duello col Cus straordinario per adrenalina e testosterone, che poteva finire in mille modi diversi. La merita la squadra di Zanotti, che con la sesta vittoria in sette gare è ora terzo a +4 dal Cus, che non pare una squadra al quarto ko di fila e che la partita l’aveva in pugno, ma deve solo  piangere sé stesso per aver buttato il +8 a 5’ dalla fine. E’ stata la gara degli ex Sensi e Bindi, Gambelli e il decisivo Nesi; stava per essere chiusa dall’eroico rientrante Salvadori e invece è finita in trionfo per un enorme Niccolò Franceschini. Le stecche eccellenti quasi tutte del Cus. Senza fiammate ma metodico nel mettere la palla nel posto giusto, il Costone aveva subito fatto la gara (19-27 al 13’). Fiacco a metà campo, il Cus si accende solo quando può correre: con la difesa allungata o da rimbalzo rientra 25-27 al 15’. Ricacciato di nuovo a -8, si aggrappa al talento illegale di Crotta (15 al riposo) per il 14-2 a cavallo dei quarti centrali che vale il 41-37 al 21’. L’asfissiante zona 3-2 costoniana produce l’8-0 del 45-50 al 27’, rimangiato subito dal 9-0 di energia del trio Falossi-Bindi-Sprugnoli. Gli 8 punti con due triple di Salvadori di inizio quarto periodo danno un padrone alla gara sul 70-62 al 35’ con Bianciardi. Da qui il Cus subisce 20 punti: la tensione esalta Franceschini e perfino Nesi e fa sparire dal campo anche i migliori di un Cus che dimentica Crotta (due tiri nel secondo tempo!) e si perde tra errori ai liberi e baggianate in “uno contro tutti”. Fabrizi cesella dalla lunetta il 15-3 sul 75-80 a 11” dal termine, Niccolò Franceschini mette il sigillo a 1”6: salta il Costone.

.

.

di Roberto Rosa

Gli ultimi 120” di un derby tiratissimo, e se vogliamo anche spettacolare, sono risultati fatali al Cus Siena che di fronte ad un Costone irriducibile, ha dovuto ammainare bandiera bianca, regalando agli uomini di Zanotti una vittoria prestigiosa e nel contempo la terza posizione assoluta in classifica. Gli universitari sono usciti comunque a testa alta dal confronto stracittadino che ha pareggiato i conti stagionali; all’andata infatti si imposero nettamente i ragazzi di Frati, al ritorno è stata invece la Consum.it a festeggiare. Una gara giocata ad alti livelli, talvolta esasperati anche dalla tattica studiata a tavolino e voluta dai due coach che non hanno risparmiato colpi, ordinando tutta una serie di difese: dall’individuale alla zone-press del Cus, a cui ha fatto eco la zona 3-2 di Zanotti che alla fine ha irretito gli universitari, rei forse di essersi illusi sul +8 a 3’ e 30” dal termine. Ma così non è stato e grazie soprattutto ai canestri dell’ex Nesi (18), davvero spietato dalla distanza, ed alle magie di un maestoso Niccolò Franceschini (25), il Costone ha trovato nelle battute finali le conclusioni vincenti. Saremmo ingiusti però se non riconoscessimo i dovuti meriti a tutta la squadra costoniana che con grande determinazione ha affrontato questo impegno che è valso il 6° successo nelle ultime 7 gare disputate.