di febbraio 2009
Ricci lascia a Sordi la presidenza provinciale FIP

JACOPO SORDI NUOVO PRESIDENTE DELLA FIP DI SIENA

Succede a Giulio Cesare Ricci, in carica dal 1985 per 5 cicli olimpici consecutivi. 

di Roberto Rosa

Cambio di guardia alla FIP di Siena, dove l'uscente presidente Giulio Cesare Ricci, in carica dal 1985 per 5 mandati consecutivi, passa il testimone a Jacopo Sordi, consigliere di Lega per le società di serie A-B-C dilettanti, dirigente responsabile dell’ AS Costone e adesso neo eletto presidente nel comitato provinciale della Federazione Italiana Pallacanestro. <E§§ per me un grande onore ricevere questo incarico, su designazione del presidente regionale Gabriele Grandini e su accettazione delle società senesi – afferma Jacopo Sordi -; sostituire una figura come Giulio Cesare Ricci non sarà facile, ma il programma che abbiamo individuato è ricco di idee e sarà mia intenzione coinvolgere al massimo tutte le società di basket  esistenti nel territorio senese. Lavoreremo molto sulla formazione degli allenatori al fine di consolidare la nostra scuola, tra le migliori a livello nazionale. Come emerso già da un paio di riunioni – prosegue Sordi - esiste la necessità di far risaltare il lavoro del Comitato Provinciale in sede regionale grazie ad una puntuale e coordinata comunicazione con Stefano Bianchi dirigente del Colle Basket e membro del Comitato Regionale FIP Toscana. Il punto da cui partire è sicuramente lo straordinario reclutamento fatto da Martino Galasso in qualità di responsabile del Comitato Italiano Arbitri di Siena. Nello specifico il Comitato provinciale avrà come obiettivo il coinvolgimento di tutte le società del territorio non solo nell§§organizzazione e gestione di alcuni eventi, ma soprattutto nella ridefinizione dei compiti che le società stesse, a seconda dei loro progetti e possibilità, potranno svolgere nella provincia.>

<Cercheremo di realizzare stimolanti progetti per il Minibasket – conclude il presidente della Fip senese - specialmente in quelle zone dove questa disciplina non è presente. Mi auguro che la sede della Fip di Siena sia sempre più luogo d§§incontro e riflessione, al fine di qualificare sempre più le componenti del movimento cestistico locale.>